Agente Smart - Casino totale
Autore: Vittorio
Data: 21-07-2008


[www.ansa.it]
Trasposizione cinematografica di una delle più famose serie televisive degli anni 60, satira del genere spionistico. Creata da Mel Brooks e prodotta tra il 1965 e il 1970, vedeva protagonista l'attore Don Adams nei panni dell'imbranato agente segreto Maxwell Smart, nome in codice Agente 86, agli ordini della Control in perenne lotta contro l'organizzazione criminale Kaos. In questa versione cinematografica, dopo un lungo periodo di inattività l'aspirante agente Maxwell Smart (Steve Carrell) ha finalmente la sua grande occasione: viene incaricato insieme alla sensuale agente 99 (Anne Hathaway) di fermare un complotto volto a distruggere Los Angeles e a diffondere armi atomiche nel mondo. L'ingenuità e la sbadataggine di Max lo faranno finire in prigione, col sospetto di essere una spia doppiogiochista. "Non sarebbe una spy story senza gadgets" (estratto dal pressbook del film): "La serie era famosa per i suoi dispositivi e noi ne abbiamo molti", afferma il regista Peter Segal, sottolineando che il film rende omaggio a certe attrezzature della vecchia scuola, ma ne presenta di nuove altrettanto improbabili, per aiutare i nostri eroi ad affrontare le sfide nel settore della sorveglianza, della comunicazione e della distruzione, anche se non necessariamente in questo ordine. "La scarpa-telefono farà un'apparizione e anche il Cono del Silenzio torna in un nuovo design, oltre all'equipaggiamento all'avanguardia di cui spie come Max e 99 hanno bisogno", dice. "Per quanto sia difficile crederci in un'epoca in cui anche i bambini hanno un cellulare, negli anni '60 la scarpa-telefono era un'idea bizzarra, l'era della comunicazione mobile era lontana. Togliersi una scarpa per parlare al telefono ora non sembra una cosa particolarmente innovativa, ma andiamo, si può girare un film della serie "Agente Smart Casino Totale" senza?". Per la gioia dei fan, nel film appaiono anche molte macchine che si vedevano nella serie originale, come una Sunbeam Tiger rossa, una Opel GT color oro e una Karmann Ghia blu. L'attrezzista Tim Wiles ha incontrato il collezionista di memorabilia hollywoodiane Danny Biederman per esaminare alcuni oggetti originali della serie, tra cui la scarpa-telefono, diventati icone della cultura popolare americana ed esposti nel Treasure of Hollywood all'International Spy Museum di Washington, DC. Come succede ai bambini con i giocattoli, esiste sempre una certa rivalità tra gli agenti operativi quando si tratta dei dispositivi che usano. "Davvero? Non ce l'hai?" Appena Max mostra il suo orologio da polso che segnala la presenza di radiazioni, 99 si affretta a mostrargli il suo filo interdentale esplosivo; più tardi, quando 99 parla della radio inserita in un molare, Max esibisce i gemelli dotati di bombe. Nel variegato arsenale di CONTROL anche un fumogeno tascabile e lo speciale coltellino dell'Esercito svizzero di Max, dotato di un lanciafiamme, una pistola e un gancio di titanio.

E-mail: vittorio.romeo@tin.it
 

Google
web sul sito

Hai dimenticato username o password?

Copyright © 2003 Afterlife Tutti i diritti riservati - info@afterlife.it