Il mouse va in pensione
Autore: Walter Benedetti
Data: 09-12-2008


Il mouse va in pensione
Sarà sostituito dal G-Speak

[da giornaletecnologico.it] Il mouse, l’amico degli appassionati di Pc, ma anche l’incubo dei lavoratori del secondo millennio, sembra avviarsi verso il pensionamento forzato. Dopo quasi 40 anni di onorato servizio il piccolo “topino”, che nel corso degli anni ha subito una miriade di modifiche estetiche fino ad arrivare all’amputazione della coda, diventando dispositivo wireless, potrebbe esser ora sostituito da una periferica di puntamento avveniristica chiamata G-Speak.

Il sistema, sviluppato dalla statunitense Oblong Industries, permette all’utente di gestire il Pc tramite tecnologia touchscreen. In pratica per immaginarne il funzionamento è sufficiente pensare al film Minority Report, dove Tom Cruise, che vestiva i panni del detective John Anderton, richiamava immagini e file muovendo semplicemente le mani su uno schermo trasparente. Insomma, il futuro è arrivato e, promettono gli sviluppatori, sarà alla portata di tutti gli utenti. G-Speak, guanto dotato di sensori di movimento, avrà un prezzo concorrenziale agli attuali mouse di fascia medio-alta.

L’idea dei costruttori, tra cui compare anche John Underkoffler, ingegnere del Massachusetts Institute of Technology (Mit), è quella di migliorare l’interazione tra uomo e macchina, rendendo il lavoro di tutti i giorni, ma anche le ore di puro divertimento, più “naturali”. La diffusione della nuova tecnologia non è tuttavia data per scontata. Troppi interessi circondano il mondo dei computer. L’idea della Oblong Industries potrebbe pertanto restare in un cassetto in attesa che qualcuno abbia il coraggio di credere in lei.

Quel qualcuno, come avvenne molti anni fa per il mouse, potrebbe essere ancora una volta Apple, da sempre attenta alle novità e pronta a guidare il mondo hi-tech verso un futuro più friendly.

E-mail: walterbenedetti@afterlife.it
 

Google
web sul sito

Hai dimenticato username o password?

Copyright © 2003 Afterlife Tutti i diritti riservati - info@afterlife.it