Il mondo finisce nella Rete
Autore: Walter Benedetti
Data: 16-01-2009


[dal Giornale Tecnologico - Ansa] Il Web come strumento di vita

Dai gruppi che inneggiano a Riina alla lotta alla mafia con la solidarietà allo scrittore Saviano, il fenomeno Facebook è sempre più collegato all'attualità e coinvolge sempre più le esperienze degli iscritti. I numeri in crescita del social network, che ha oramai toccato i 140 milioni di utenti in tutto il mondo (solo in Italia negli ultimi cinque mesi è passato da 572 mila utenti a quasi 5 milioni, +763%), spingono le grandi aziende a modulare la loro offerta sul modello di un Internet personale, cioè sempre più ritagliato sull'utente.

E in quest'ottica i principali siti si stanno già attrezzando. Microsoft ha predisposto una nuova versione di Windows live, (oltre 460 milioni di utenti mondiali): grazie all'accordo con importanti protagonisti del settore come Wordpress, Linkedin, Twitter e Facebook gli utenti potranno integrare le attività che hanno su questi siti direttamente su Windows Live. Nella stessa direzione si muove Yahoo!, una delle destinazioni web più trafficate del mondo (oltre mezzo miliardo di utenti): con il restyling del sito permette di avere a portata di mano e in una sola area ('My application') più informazioni allineate alle preferenze degli utenti, comprese quelle riguardo la stampa e la finanza.

E nella direzione di una sempre maggiore personalizzazione dell'esperienza di navigazione sul web si muove anche Google che prevede di ampliare il servizio Geo e Street View. Tra le previsioni chiave per il 2009, e per gli anni a venire, gli analisti non hanno dubbi: gli utenti lasceranno sempre più a casa i computer optando per altri dispositivi portatili (entro il 2012 saranno il 50% secondo Gartner, società di analisi). Il telefonino diventerà quindi lo strumento principale per l'accesso a Internet e per questo si stanno sviluppando tecnologie che puntano principalmente a migliorare i sistemi di riconoscimento vocale e le interfacce 'touch'.

Nel 2009, per esempio, sarà disponibile anche in Italia Yahoo! one Search, che consentirà agli utenti che si collegano dai telefonini di ricercare qualunque cosa semplicemente parlando, e Yahoo oneConnect una rivoluzionaria rubrica di contatti e social network accessibile con un unico click. Ma c'é anche Msn Mobile, un portale wap espressamente progettato per il cellulare.

E sul mobile-computer si sta concentrando la Nokia, il primo costruttore mondiale di cellulari, avviato sempre più a diventare internet company, con oltre 1 miliardo di utenti potenziali. Un tema caldo di questo 2009 resterà la sicurezza. Se la galassia Web 2.0 ha infatti consentito più dinamismo e interazione sito-utente (blog, forum, chat, Youtube, Facebook, Myspace) ha sicuramente aperto più falle, come quella ad esempio in Internet Explorer, per fortuna subito 'rattoppata'.

"L'insidia viene dai 'contenuti maliziosi' inseriti nelle informazioni, sono l'evoluzione dei virus", ha detto all'ANSA Maurizio Garavello, country manager Websense, azienda specializzata nelle soluzioni per la sicurezza. "Lo scopo degli hackers, che non sono più ragazzini ma delle vere bande criminali, è quello di impossessarsi dei nostri dati personali o aziendali".

Come difendersi? "Le buone regole valgono sempre - osserva Garavello -: affidarsi a siti attendibili, aggiornare il sistema operativo, non solo più quello di protezione, e stare molto attenti a non mettere file confidenziali sul proprio pc, anche se ben nascosti, perché possono essere oggetto di furti senza che ce ne accorgiamo. Le falle ci sono e ci saranno sempre di più - conclude Garavello - la tensione di tutti è diventare più veloci a coprire buchi, degli attacchi stessi".

E-mail: walterbenedetti@afterlife.it
 

Google
web sul sito

Hai dimenticato username o password?

Copyright © 2003 Afterlife Tutti i diritti riservati - info@afterlife.it