AKHENATON FARAONE DEL SOLE
Autore: Vittorio
Data: 19-03-2009


[www.palazzobricherasio.it]
Faraone “eretico”, grande innovatore, sovrano di un regno avvolto dal mistero, fautore dell’istituzione del culto dell’Aton - il disco solare trasformato in un’entità divina -, Akhenaton è il principale protagonista dell’imperdibile appuntamento espositivo a Palazzo Bricherasio.
La mostra, curata da Francesco Tiradritti, realizzata in collaborazione con il Musée d’Art et de Histoire di Ginevra e grazie al sostegno della Compagnia di San Paolo, ripercorre le vicende storico-culturali dell’Egitto tra i regni di Amenofi III e Ramesse II, ponendo l’accento sulla figura del Faraone del sole e dando vita a un momento di alto valore culturale, soprattutto alla luce delle scoperte avvenute negli ultimi anni e grazie alle riflessioni compiute su questa particolare epoca dell’Egitto da esperti internazionali.

Basandosi sulle più recenti acquisizioni dell’egittologia mondiale, la mostra parte dalla teoria ormai consolidata che la riforma religiosa voluta da Akhenaton, focalizzata sul culto dell’Aton, non sia null’altro che un espediente teologico per restituire al monarca il ruolo di unico tramite tra gli uomini e il dio, in quanto individuo nella cui essenza si fondono divino e umano. I caratteri con i quali questa rivoluzione viene effettuata appaiono in sintonia con una sensibilità più vicina alla nostra epoca: il nuovo faraone fonda una nuova capitale Akhet-aton (odierno sito di Tell el-Amarna), il culto avviene alla luce del giorno e non nell’oscurità del santuario e allo stesso sovrano è attribuito un Inno all'Aton di straordinaria bellezza e poesia. La società al tempo di Akhenaton rappresenta un unicum per la storia egizia: la situazione politica di profonda crisi tra stato e chiesa crea un momento fecondo di innovazione e cambiamento nella cultura. L’arte di quello che è chiamato Periodo amarniano mostra con maggiore chiarezza questa evoluzione, liberandosi dall’eredità del passato e abbandonando uno dei capisaldi della cultura niolitica precedente e successiva: innovare senza rinnegare le proprie origini.

E-mail: vittorio.romeo@tin.it
 

Google
web sul sito

Hai dimenticato username o password?

Copyright © 2003 Afterlife Tutti i diritti riservati - info@afterlife.it