Dieta?... Neanche per scherzo!!!
Autore: Poldo
Data: 11-01-2005


Ciao Ragazzi, dopo un lungo periodo di assenza dovuto a motivi di lavoro, ecco il ritorno del vostro Poldo.
Immagino che a Natale vi siate abbuffati come maiali (BEN FATTO!!!) a casa dei parenti, e che a Capodanno la maggior parte di voi abbia mangiato fuori (Come dice il proverbio: “Natele con i Tuoi, Capodanno cazzi tuoi”) tra cene al ristorante o pessimi buffet in discoteca.
Ora che le feste sono terminate perché mettrsi a dieta???? Andiamo un po’ contro corrente e continuiamo a divertirci magari in compagnia dei nostri amici piu’ cari.
Eccovi qualche idea:

ANTIPASTI:
Come antipasto opterei per un buffet con tartine, mentre chi è più tradizionalista può scegliere i vari antipasti nelle pagine precedenti de “le ricette di Poldo”.
Essendo un buffet, oltre ai classici bianchi, vi propongo alcuni aperitivi leggermente alcolici:
· Spumante cocktail: Mettete una zolletta di zucchero in un bicchiere alto, versatevi sopra uno spruzzo di cognac, uno di triple sec, uno di angostura e completate con spumante
· Victor: 2/4 di vermouth rosso, ¼ di gin, ¼ di cognac
· Dry Martini forte: 1/3 Martini Dry, 2/3 gin
· Farmacia: 2/4 vermouth dry, ¼ menta, ¼ cognac, angostura
· Coloniale: 2/3 gin, 1/3 succo di limone, ½ cucchiaino di zucchero.
· Spumante sour: 1 cucchiaino di succo di limone, un cucchiaino di zucchero, spumante
· White lady: 1/3 gin, 1/3 blu Curaçao, 1/3 succo di limone
· Manhattan: ½ wisky, ½ vermouth rosso, angostura, shakerato, e fetta di limone
· Negroni: 1/3 vermouth rosso, 1/3 gin, 1/3 bitter Campari

INGREDIENTI:
Pan carrè, wurstel grandi, tonno, capperi, olive snocciolate, peperoni, uova, pomodori, patè d’olive, cetriolini sottaceto, formaggio caprino (o se preferite vaccino) spalmabile, maionese, ketchup, senape, tabasco.
Preparazione: Cominciate a tagliare via i bordi marroni dal pan carrè. Ogni stuzzichino avrà una forma diversa, determinata dal taglio che darete al pane, quadrata, triangolare, o se volete dare forme più fantasiose utilizzate gli stampini per biscotti. Chi lo gradisce può abbrustolire leggermente il pane prima di preparare gli stuzzichini.
Ora bollite le uova finchè non saranno sode e create una crema di tonno mettendolo nel frullatore con 3 cucchiaini di maionese (ogni scatoletta), 2 capperi ed un goccio di succo di limone, fate bollire i wurstel e tagliateli a fette sottili. Veniamo ora agli stuzzichini:
· Spalmate il pane di senape, copritelo con fettine di wurstel e decorate con maionese in tubetto
· Spalmate il pane con patè d’olive e decorate con dadini di pomodoro e due mezze olive
· Spalmate il pane con crema di tonno e decorate con albume d’uovo sodo tritato e capperi
· Spalmate il pane di maionese, disponetevi sopra una fetta intera d’uovo sodo e spruzzatela di tabasco.
· Spalmate il pane di maionese e copritelo con peperoni e pomodori tagliati a cubetti.
· Spalmate il pane con patè d’olive e copritelo con tuorlo d’uovo sodo tritato e cetriolini
· Spalmate il pane con il caprino e aggiungete peperoni a cubetti, capperi e olive tritate.
· Spalmate il pane con Ketchup, aggiungete un fetta di uovo sodo e qualche goccia di tabasco
· Spalmate il pane con crema di tonno, aggiungete una fetta di pomodoro, tuorlo sodo tritato e qualche cappero
· Spalmate il pane di caprino e aggiungetevi cetriolini ed una spruzzatina di pepe.
Oltre agli stuzzichini preparate un ciotolina con cocktail di gamberi (gamberetti sgusciati bolliti, salsa Cocktail e insalata per guarnire.
Un tagliere con alcuni salami di diverso tipo da affettare ed un vassoi con formaggio a dadini, grissini con prosciutto crudo, contribuiscono alla varietà del buffet e non richiedono molto tempo di preparazione.


Primo piatto TORTELLINI IN BRODO
Ingredienti:
500gr. di farina, 7 uova, 200 gr. di tritata di vitello, 100 gr. di tritata di maiale magra, 100 gr. di mortadella ( oppure 100 gr. di prosciutto crudo, o anche 50 gr. di prosciutto e 50 gr. di mortadella), 100 gr. di parmigiano grattuggiato, burro, olio, noce moscata, sale, pepe.
Preparazione:
Per la pasta formate su un ampio tagliere di legno una montagnola con la farina, scavatela al centro con una forchetta fino a formare la classica fontana e apritevi al centro le uova, aggiungete un pizzico di sale , un filo d’olio e facendo bene attenzione a non farle uscire dalla fontana di farina cominciate a sbattere le uova con la forchetta sempre più energicamente, incorporando pian piano la farina che le circonda.
Ricordatevi di evitare la creazione di grumi, quando le uova saranno completamente incorporate con la farina, prendete ad impastare con le mani, l’impasto sarà pronto quando sarà liscio e compatto.
A questo punto fatene una palla e lasciatela riposare per almeno un ora, coperta da un canovaccio. Trascorso questo tempo dividete in due la palla, prendetene una metà e schiacciatela con le mani sul tagliere precedentemente infarinato, al fine di appiattirla, e stendetela bene con il mattarello fino a renderla molto sottile. Naturalmente quest’operazione può essere compiuta anche con l’apposita macchinetta.
Mentre la pasta riposa, provvedete al ripieno. In una pentola di terracotta unta con un filo d’olio ed un pezzetto di burro fate cuocere la carne tritata per un ora, a fuoco lento per circa un ora, spruzzandola con un po di vino bianco ed allungandola di tanto in tanto con brodo e mescolando, salate e pepate. Una volta cotta lasciate raffreddare, passatela al setaccio finchè sarà ben asciutta e mettetela in una terrina. Incorporatevi la mortadella tritata ( o il prosciutto crudo ), il parmigiano grattuggiato, le due uova ed un pizzico di noce moscata. Nel caso in cui il ripieno non fosse molto compatto si può aggiungere un po di pangrattato.
Prendete la pasta ben stesa e con l’apposito strumento tagliatela formando dei quadratini di 2.5-3 cm. di lato, e distribuite un po di ripieno. Chiudete ogni quadratino in due formando un triangolo, girate all’indietro l’angolo superiore ed arrotolate gli altri 2 angoli attorno al dito fino a saldarli tra loro, dando la forma al tortellino. Nel caso in cui la pasta fosse troppo secca bagnate leggermente con acqua, utilizzando un dito, i lati dei quadratini.
Fate le stesse operazioni con l’altra metà della pasta.
Riempite una pentola d’acqua, buttatevi 2 dadi di carne, e quando bolle tuffatevi dentro i tortellini, e in due minuti saranno pronti.


Secondo piatto: PETTO D’ANATRA CON CAVOLETTI DI BRUXELLES
Ingredienti:
2 petti d’anatra, 300gr. di cavoletti di Bruxelles, aceto balsamico, aglio, farina, brandy, burro, salvia, sale e pepe.
Preparazione: Fate sciogliere 50gr. circa di burro in un tegame antiaderente, e quando sarà ben caldo adagiatevi sopra i petti d’anatra che avrete precedentemente salato e pepato.
Cuoceteli per 12-15 minuti voltandoli a metà cottura, aggiungete uno spicchio d’aglio schiacciato, 3-4 foglie di salvia, innaffiate col brandy e lasciate cuocere per altri 10 minuti a fuoco lento con la padella coperta.
Nel frattempo avrete lessato i cavoletti in acqua salata, poi scolati ed asciugati.
Scoprite la padella, togliete l’aglio e la salvia e aggiungete i cavoletti. Dopo un paio di minuti spegnete il fuoco, togliete i petti d’anatra, avvolgeteli in carta d’alluminio e passateli 5 minuti nel forno già caldo. Lasciateli raffreddare leggermente, togliete la pelle, tagliateli a fettine ed adagiateli nel piatto da portata.
Ora togliete i cavoletti dalla padella e metteteli nel piatto col petto d’anatra; versate in essa 20gr. di burro, un cucchiaio di farina e fate addensare per 2 minuti a fuoco lento girando in continuazione, aggiungete 2 cucchiai di aceto balsamico, fate sfumare leggermente e versate la salsina così ottenuta sull’anatra e i cavoletti.
Immagino che ognuno di voi, finite le feste, abbia in casa almeno 2 o 3 pandori regalati da parenti; chi non li ha ne compri uno, perchè la ricetta che vi darò serve a rendere ancora più appetitoso questo splendido dolce tradizionale, ed è molto semplice.


Dolce: PANDORO FARCITO
Ingredienti:
Un pandoro, 2 uova, latte, burro, zucchero, farina, cacao, scorza di limone, sale.
Mettete in una scodella 2 tuorli d’uovo e 2 cucchiai di zucchero, mescolate energicamente aggiungendo pian piano 2 cucchiai di farina ed una spruzzatina di scorza di limone ( oppure, se preferite un goccio di Rhum o Brandy).
Nel frattempo scaldate in un pentolino 350ml. Di latte, e quando sarà sul punto di bollire versatelo pian piano sul composto, sempre mescolando energiacamente con un a frusta o un cucchiaio di legno. Quando avrete aggiunti tutto il latte, versate il contenuto della scodella nel pentolino, mettetelo sul fuoco e sempre girando attendete che il composto inizi a bollire. Senza smettere di girare fate bollire per circa 5 minuti, o comunque fino a raggiungere la consistenza desiderata.
Misurate 500ml. Di latte. Mettete un altro pentolino sul fuoco con dentro 1 cucchiaio di farina, uno di cacao amaro e 3 di zucchero con un goccino di latte. Fate stemperare mescolando a freddo, eliminate i grumi e mettete sul fuoco, aggiungendo pian piano il resto del latte, sempre mescolando. Quando la cioccolata bollirà fate bollire per circa 3 minuti senza smettere di girare.
Prendete il pandoro e tagliatelo in 3 parti in senso orizzontale, e scavate leggermente l’interno delle 2 parti inferiori, soprattutto la base, che riempirete di crema. Adagiatevi sopra la parte di mezzo un po ruotata rispetto a quella inferiore, versatevi sopra la cioccolata facendone colare un po ai lati e ricoprite con la parte superiore ruotata nello stesso senso della base, e coprite con abbondante zucchero a velo.

Buon appetito dal vostro "MAGO PANCIONE" Poldo


E-mail: poldo@afterlife.it
 

Google
web sul sito

Hai dimenticato username o password?

Copyright © 2003 Afterlife Tutti i diritti riservati - info@afterlife.it